Halloween


halloween-pumpkinLa zucca appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee ed è originaria del centro America. Come il limone ebbe la sua diffusione in Europa a seguito delle spedizioni di Colombo.

La zucca è un ortaggio antiossidante e ipocalorico, e i suoi colori (giallo e arancio), come insegna la cromoterapia, infondono buonumore e gioia di vivere.
L’arancione nasce dall’unione di rosso e giallo. E’ caratterizzato perciò dalla forza e dal movimento del rosso ma stemperato dal giallo, colore della mente e del limone.
Stimola il buon funzionamento di ovaie e testicoli, assiste gli organi genitali, il colon e l’apparato digerente. Secondo la filosofia New Age, l’arancione si associa al Chakra dell’area sacrale, quello cioè della sessualità e della creatività.

Molte sono le varietà di zucca, classificate primariamente in zucchine (estive) e zucche gialle (invernali).
Le zucche invernali sono un alimento che fornisce polpa commestibile e semi, e hanno eccezionali quantità di carotenoidi, carboidrati complessi, potassio e vitamine del gruppo B.
I carotenoidi sono noti per le loro proprietà antiossidanti, stimolano il sistema immunitario e si convertono in vitamina A. Li potete trovare anche in carote, spinaci, cavolo, prezzemolo, meloni, albicocche e nelle arance.

Come il limonene per il limone, anche i carotenoidi delle zucche hanno un effetto protettivo nei confronti di tumori, in particolare quello ai polmoni.

La polpa è ricca di vitamina A, C e di beta carotene. I semi, invece, potete consumarli freschi o tostati, impiegandoli nella realizzazione di molti piatti fra cui, insalate, pane e dolci o direttamente nella salsa di soia: basta prelevarli dalla zucca e farli seccare per qualche giorno. Sono ricchi di vitamina E, selenio, magnesio e acido linoleico e aiutano a proteggere l’apparato urinario e la prostata. I naturopati li consigliano per espellere i parassiti intestinali specialmente elminti e vermi.

halloweenL’ortaggio ha conquistato notorietà grazie alla favola di Cenerentola (chi non ricorda la zucca che si trasformava in carrozza?) e alla notte di Halloween, celebrata il 31 ottobre.
La vigilia della festa di tutti i Santi, in inglese All Hallows Eve, vuole tradizionalmente l’intaglio delle zucche a mo’ di volti minacciosi, illuminati da una candela interna. L’usanza si ricollega all’antica leggenda irlandese di Jack O’ Lantern, un personaggio che arrivò a ingannare perfino il Diavolo con i suoi trucchetti, e per questo venne destinato a vagare per il Purgatorio con una rapa come lanterna.
La rapa irlandese è stata sostituita negli Stati Uniti dalla ben più diffusa zucca.

Sapevi che..?

Le zucche in passato venivano utilizzate come contenitori per acqua, vino e sale.
Non a caso l’espressione “Avere/ Non avere sale in zucca > avere/ non avere senno” si ricollega a questa usanza, dove tra l’altro la zucca è metafora di testa, per somiglianza di forma.

Scopri tutte le ricette di Halloween!