La Pasqua secondo la tradizione ebraica

La Pasqua ebraica o, come ritroviamo nella Torah, la Pesach è una festività che dura otto giorni e celebra l’esodo e la liberazione della popolazione di Israele dall’Egitto.
La Pasqua della tradizione cristiana trae origine da questa festività, sebbene con nuovi significati. La Pasqua ebraica infatti corrisponde la periodo della Passione e della morte di Cristo, mentre quella cristiana ricorda la Resurrezione del figlio di Dio.

La tradizione yiddish prevede un rigido processo di controllo dei prodotti alimentari. Avete mai sentito parlare di pietanze o cucina kosher? Sono alimenti letteralmente adatti, buoni, ovvero conformi a rigidi controlli e rispettosi delle norme imposte dalla tradizione religiosa ebraica. Per gli ebrei nutrirsi è davvero un atto sacro che prevede un severo controllo e rituale nella preparazione delle pietanze, dalle normative igieniche a quelle più squisitamente religiose. Una tra tutte, per esempio, quella di non accostare mai il consumo di latticini con la carne.
Durante le celebrazioni della Pesach la popolazione ebraica non può nutrirsi di cibo lievitato e può invece consumare solo matzo, il pane non lievitato più comunemente noto come pane azzimo. In questi giorni oltre a dedicarsi a una rigorosa pulizia della casa si prediligono cibi come erba amara, uovo sodo (simbolo della continuità della vita) e si brinda con il vino. Tra i dolci della pasticceria kosher non può mancare la torta di mandorle, un dolce privo di lievito, ovviamente.
Abbiamo scovato una ricetta semplice per voi.

Torta di Pesah – torta di mandorle di Pasqua della tradizione ebraica

Ingredienti

  • 8 uova
  • 1 tazza di mandole sgusciate
  • 8 cucchiai di zucchero di canna
  • 1 limone (3 cucchiai da cucina di succo di limone Limmi)
  • 2 cucchiai di farina di matzo
  • sale q.b.

Preparazione

Tritate finemente le mandole e amalgamatele con un po’ di zucchero. In una casseruola lavorate i rossi d’uovo con lo zucchero, quindi unite la scorza grattugiata e il succo di un limone (3 cucchiai da cucina di succo di limone Limmi). A parte montate a neve gli albumi e lasciateli riposare in frigorifero per non farli ‘smontare’. Nel frattempo aggiungete al composto principale la farina di matzo e le mandole, quindi unite le chiare d’uovo e mescolate lentamente dal basso verso l’alto fino a ottenere una crema omogenea. Infornate per circa 40/45 minuti in forno preriscaldato a 180°.
Servite guarnendo con pezzettini di mandole tritate.

E per i tradizionalisti… la classica ricetta della colomba pasquale.

Buona Pasqua!!!