Alla scoperta del lime: proprietà nutrizionali e terapeutiche

Conoscete il lime? Questo delizioso agrume verde non è solo l’ingrediente fondamentale di molti freschi e dissetanti cocktail esotici, ma anche un frutto dalle innumerevoli proprietà nutrizionali.

Il lime, che oramai viene ampiamente utilizzato anche nella cucina europea per bevande e cibi, è coltivato soprattutto nel Sudest asiatico, in America Latina, in Messico e nei Caraibi.

Questo parente stretto del limone in realtà contiene tanti virtù terapeutiche che lo rendono utile anche fuori dalla cucina.

Preziosi minerali e vitamine sono il segreto di questo piccolo agrume verdognolo: con il lime è infatti possibile assumere gli aminoacidi lisina, metionina e triptofano e, fra i minerali, calcio, fosforo, magnesio, ferro, zinco, rame, selenio, manganese e, soprattutto, potassio.

Fra le vitamine spicca invece la vitamina C; non mancano però nemmeno la A, B1, B2, B3, B5, B6, E, K e J.

Come il suo cugino limone, anche il lime contiene una buona fonte di antiossidanti che, contrastando l’azione dei radicali liberi, aiutano a proteggere le cellule dall’accelerazione dei processi di invecchiamento.

Ricorda che un’alimentazione ricca di antiossidanti protegge anche la salute dell’apparato cardiovascolare

Grazie inoltre alla vitamina C, il lime può essere d’aiuto:

  • nelle carenze di vitamina C
  • nell’esercitare un’attività antinfiammatoria in caso di asma, artrite e mal di gola
  • nel trattamento della nausea
  • nel favorire la protezione della pelle dalle infezioni (se applicato direttamente sulla cute)

E’ buono, dona un gusto piacevolmente esotico a piatti e bevande ed in più fa bene, quindi… via libera al succo di lime!

Salva

Salva