Aprile dolce dormire

Eccoci finalmente arrivati alla bella stagione, la primavera, che ci traghetterà fino alla sospirata estate, non senza piccoli inconvenienti come stanchezza diffusa e sonnolenza.

A dare un supporto scientifico al tradizionale detto “aprile dolce dormire” è arrivata la neurologia che ci spiega perché proprio in questa stagione abbiamo così tanta voglia di starcene sdraiati davanti al televisore in lunghe sessioni di puro ozio.

Il nostro organismo ha bisogno di energie supplementari per affrontare l’aumento di luce e temperatura della primavera e il miglior modo per farlo è attraverso il sonno.
Si stima che una persona, di media età e condizioni psicofisiche, abbia bisogno di circa una settimana extra di riposo.
Sfortunatamente, quelli che più di tutti sono disturbati da tali cambiamenti sono gli insonni, che vedono aggravarsi la sintomatologia, e soprattutto gli anziani, i quali hanno il fisiologico regolatore dei ritmi usurato dagli anni.

Consigliamo vivamente di non abusare di farmaci per far fronte a questo periodo, ma di assecondare quanto più possibile i bisogni del nostro corpo, magari preparandoci una bella
tisana rilassante a base di succo di limone LIMMI,  valeriana, passiflora e camomilla in un po’di acqua  tiepida prima di andare a letto, o di assumere qualche goccia di Tilia, reperibile facilmente in qualsiasi erboristeria.

Allora, sogni d’oro!